Picco derby da sogno Olginate da incubo

Picco derby da sogno Olginate da incubo

Picco derby da sogno Olginate da incubo

Verdetto senza appello, la Picco domina l’attesissimo derby contro Olginate rilanciando le proprie ambizioni dopo gli ultimi due ko consecutivi. La squadra di Tirelli esce con le ossa rotta soprattutto per aver offerto una prestazione quasi sconfortante, in relazione anche alle grandi attese della vigilia. Fra le fila biancorosse nota di merito per Arianna Lancini e Stomeo che illuminano il gioco, «assente ingiustificato» il fondamentale di ricezione delle locali.

Sestetti

Sestetti senza sorprese per i due allenatori. Tirelli conferma quello delle ultime uscite con Rocca e Rinaldi di banda, Colombo e Giudici a comporre la diagonale opposto palleggiatore, Cattaneo e Boscolo centrali, Francesca Comi libero. Out Alice Comi e Tresoldi, quest’ultima vittima di una caduta che le ha causato la rottura del coccige.

Avvio

L’avvio rosablù è pimpante. Con Colombo in battuta, Rocca e Rinaldi a concretizzare arriva il 3-0. Olginate mantiene il vantaggio con una fase ricezione punto che gira: Cattaneo punge, Giudici mette a segno 3 stoccate, una dietro l’altra. Poi però sul 12-10 il blocco. Stomeo dalla linea di fondo fa affiorare fantasmi e paure nella zona avversaria, sfruttando la scarsa vena di Rocca e Rinaldi, con la specialista Francesca Comi in zona 1: 12-14. Time out di Tirelli, ma l’argine è rotto e arriva il secondo strappo biancorosso, 13-19. Poi Olginate ritrova punti e gioco ma è tardi.
Secondo set recitato quasi sul medesimo copione, visto che lo strappo arriva poco dopo la metà della frazione. Il primo tentativo di fuga della Picco lo firma Stomeo dai 9 metri. Olginate ha la forza di rialzarsi e tornare a far alzare il grido dalla tribuna dei tifosi di Olginate, 10-13. Milano fiuta il pericolo e chiama subito time out. Le sue ragazze recepiscono il messaggio: Franco è in serata positiva e martella, Ferrario domina al centro. Nel finale la scavigliata di Boscolo che cade a terra (al suo posto Rainoldi) pare l’immagine della resa.

Terzo, la resa

Nel terzo set Olginate entra in campo già sfiduciata e fin dai primi scambi Lecco la travolge. Il parziale dell’ora o mai più, sotto 0-2, diventa quello di  una Elevationshop.com troppo impaziente e imprecisa. Lecco vola subito sull’1-4 sul servizio dell’ex Olginate Spreafico, e poi sull’1-10 complici troppi errori, un’emorragia a cui nessuna giocatrice riesce a trovare rimedio: secondo time out sprecato da Tirelli. Entra Perego per Colombo, in affanno, che dà la carica, ma Lecco è già troppo lontana. Titoli di coda e festa tutta a tinte biancorosse.
Per la Picco boccata d’aria e morale alle stelle. Olginate, alla seconda sconfitta in casa, deve rialzarsi subito.

Tabellino

ELEVATIONSHOP.COM 0

ACCIATUBI 3

ELEVATIONSHOP.COM: Rocca, Rinaldi, Colombo, Giudici, Cattaneo, Boscolo, L. Comi (L), Perego, Rainoldi. N.e.: A. Comi, Cortesi, Acquistapace. All.: Tirelli – Rebecca.

ACCIATUBI: Bruno, Ferrario, Stomeo, Franco, A. Lancini, Spreafico, Pastrenge (L), Corrente. N.e.: Fezzi, M. Lancini, Asiaghi, Zoia (L2). All.: Milano – Ficarra.

ARBITRI: Colella e Beltrami.

PARZIALI: 18-25 (25’); 17-25 (23’); 11-25 (13’).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *