Volley interviste, Stomeo (Picco): “Volevo giocare a rugby; attratta dal progetto della Picco”

Debora Stomeo, classe 1984, rappresenta il fiore all’occhiello del mercato dell’Acciaitubi Picco Lecco. Un approccio casuale alla pallavolo. «Volevo fare rugby, seguendo gli insegnamenti di mio zio, allenatore alla Mediolanum. Mi ricordo ancora: ho fatto un paio di settimane di palla ovale. Mia madre mi disse che avevo preso fin troppe botte e dovevo cambiare sport. Dovevo fare sport perché ero una bambina molto attiva. Fortunatamente trovammo posto solo nei corsi di pallavolo. Riuscì a convincermi dicendomi che l’anno seguente ci saremmo iscritti più presto in modo da poter scegliere la disciplina che volevo».

Dalla pallavolo, però, la palleggiatrice milanese non si è più staccata e la scalata nel volley di alto livello di Debora inizia così: «Non sono riuscita più a lasciarla perché sono molto ambiziosa. Ho iniziato anche a guardare Mila e Shiro». Più di un decennio alla Pro Patria, poi solo serie B1 e la A2, conquistata l’anno scorso con il Mondovì: «Una gioia incredibile perché il successo è arrivato in un momento delicato, avevo appena perso mio padre». L’addio alla società piemontese con qualche rimpianto, la discesa di categoria anche per dare concretezza alla sua vita futura: «Fortunatamente ho trovato lavoro in uno studio dentistico, ramo per cui ho studiato. La proposta della Picco, avuta qualche mese prima, l’avevo tenuta in stand by proprio in attesa di trovare lavoro». Debora è tornata a vivere a Milano: «Se non avessi trovato lavoro, avevo ancora qualche offerta pallavolistica da valutare, ma essendomi sistemata…». Il nuovo coach biancorosso è stato decisivo per la scelta della nuova regista biancorossa che ritroverà la compagna di squadra Martina Pastrenge: «Giocavamo insieme a Monza, lei era piccolissima. Gianfranco è un allenatore molto preparato tecnicamente e anche sotto l’aspetto umano molte mie atlete amiche me ne hanno parlato bene. Non vedo l’ora di iniziare perché non si è mai finito di imparare. Il progetto della Picco di conquistare subito la serie B1 mi ha entusiasmato da subito».

Dopo tanto tempo Debora scenderà di categoria, negli ultimi anni per lei solo B1: «Alcune miei amiche, ex compagne di squadra,  mi hanno già sbeffeggiato. Mi hanno già detto bonariamente che mi aspettano sul campo per sfidarmi».  Benny Bruno e Gianfranco Milano, tante volte incontrati dall’altra parte della rete, stavolta saranno nello stesso campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *