Volley interviste, Perego: “Gorla ha giocato la partita perfetta, noi no”

Cori, frastuono e urla non sono bastati a svegliare una Picco che sabato ha steccato il match della storia contro la co-capolista Gorla. Lecco senza paura è il coro a inizio gara di un gruppo di sostenitori che ha seguito le beniamine fino a Gorla. Invece il match delle lecchesi è timoroso, a parte alcune fiammate.
Purtroppo non siamo mai entrate in partita – spiega il capitano Manuela Perego – Gorla dall’altra parte ha invece giocato una partita perfetta.
La stagione va così in archivio col rimpianto di molte occasioni sprecate, perché tanti sono i punti persi dalle lecchesi che hanno mostrato tanto potenziale ma poca continuità di rendimento.
La partita di sabato è stata lo specchio della nostra stagione: troppi alti e bassi ci hanno condannato. Oggi (sabato, ndr) qualche punto lasciato per strada ci avrebbe fatto comodo.
Rimane l’amaro in bocca per non aver lottato al massimo.
Una lode particolare all’unica guerriera in campo, Arianna Lancini.
Troppo sola per poter però lottare contro la compattezza e solidità delle varesine.
Alla Picco Lecco è proprio mancata la coralità con i centrali che hanno perso la sfida contro i forti avversari e Giudici, Mazzaro e Lancini che non sono mai state in grado di accendersi contemporaneamente. Un po’ i lati negativi che Lecco aveva mostrato in questa stagione in cui ha accarezzato il sogno del passaggio diretto in serie B1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *