Volley pagelle: Piccolginate la migliore, ma lecchesi tutte promosse

Promosse o bocciate? A circa un terzo del campionato ecco i voti alle lecchesi.
Picco (B2) 7,5: il rendimento esterno degli ultimi incontri ha rovinato la bella partenza del team di Borgnolo e Curioni. In battuta la squadra lecchese ha mostrato troppa discontinuità, il gioco deve riuscire a sfruttare di più le proprie zone 3. L’ingresso di Ulaj potrebbe dare maggiore incisività all’attacco. Un cantiere ancora aperto che aspetta di potersi mostrare nel suo massimo splendore. «Abbiamo sprecato qualche occasione – dice francamente il capitano Manuela Perego – Potevamo avere 6 punti in più. Però molte giocatrici sono nuove e molto giovani. Quindi dal 7 di gennaio puntiamo a migliorare».
Piccolginate 9: era la favorita e sta rispettando il pronostico. Il gioco all’inizio non ha brillato ma i risultati sono arrivati. Con fuori Rocca e Caputo, l’opposto sta recuperando la sua forma migliore, è stata la squadra a trovare le soluzioni per uscire da situazioni difficili. Fusi all’inizio e Bonacina, anche adesso, si sono rivelate pedine preziose per Tirelli e Sersale. Bottinelli e Acquistapace si stanno inserendo nel gioco, Lissoni sta crescendo a vista d’occhio. Il recupero di Rocca, ora, può continuare con tranquillità. All’inizio il coach milanese è ricorso all’ex serie A per sbrogliare situazioni complicate. «Un voto? Difficile darcelo, abbiamo giocato partite da 10 e altre da 5 – spiega il capitano Elisa Rocca – All’inizio abbiamo faticato, cambiato spesso il sestetto. Ora nelle ultime giornate stiamo mettendo sul campo il valore che questa squadra può esprimere».
Mandello 8: qualche passaggio a vuoto è costato alla squadra di Fabio Gritti il divario che ora ha con le prime in classifica. Nei big match con Lazzate, Piccolginate e Argentia Mandello ha raccolto un solo punto ma i play off sono un traguardo alla portata della squadra di Gritti. Le bluarancio nelle ultime giornate valuteranno il loro reale potenziale ma la sensazione delle prime giornate è che possano in alto. Condizione necessaria però sarà ritrovare il gioco al centro e la battuta, nei primi turni l’arma che ha fatto decollare la truppa di Gritti. «In campo ce la giochiamo con tutte – commenta la capitana Daniela Sacchi – anche se non siamo le più accreditate. Grazie al lavoro di squadra ogni settimana cerchiamo di migliorare. Un voto? Direi 11».
Picco (D) 7,5: un precampionato da favola, un bell’inizio del torneo, ora qualche intoppo. Il bel successo, in rimonta, sul campo della capolista Meda, aveva lanciato le ragazze di Ficarra a una sola lunghezza dalle monzesi. Poi però qualche piccolo scricchiolio. Il ko interno, un solo punto raccolto, contro la pericolante Cabiate e poi la battuta d’arresto nella lunga trasferta a Sondalo. Un campionato che però pare con valori molto livellati e in cui bisogna sempre giocare al massimo. «Alla squadra do un 7 – inizia coach Diego Ficarra – Dovremo migliorare sotto l’aspetto caratteriale e d’approccio alla gara che non è stato sempre dei migliori. Il gruppo è giovane e non ha molta esperienza».
Galbiate 6: partenza brillante, seppur con qualche assenza e qualche atleta costretto a giocare pur con qualche acciacco. Poi le ultime trasferte letali con la ricezione sempre sul banco degli imputati. «Visto il percorso in campionato credo che un 6+ ce lo meritiamo», dice il coach Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *