Volley serie B2f: la Pro Patria picchia duro ma la Picco festeggia

PICCO 3
PRO PATRIA 0
PICCO LECCO: Boscolo 6,Ferrario 11, Mazzaro 13, Perego 7, Losa 4, Quartarella 6, Pastrenge (L1), Lancini 3. N.e.: Asiaghi, M. Lancini, Ulaj, Moreschi (L2). All.: Borgnolo – Curioni.
PRO PATRIA MILANO: Lazzari 7, De Marzi 6, Mantovani, Giobbe 6, Omuryi 7, Macrina 9, Sollazzo (L), Travo, Scarpa. N.e.:  Chiesurin, Della Monica, Rocca, Bassani, Maran. All.: Parlantini – Lullia.
PARZIALI: 25-21 (26’); 25-22 (21’); 25-19 (26’).
COMMENTO La Picco fa rispettare il pronostico battendo la pericolante Pro Patria che dimostra comunque piglio e pericolosità che la magra classifica non sembra attribuirle.
Un doppio acuto di Ferrario porta Lecco in scia a una giovanissima Pro Patria, quasi un’under 16, che picchia con irriverenza. Macrina ha l’energia di un «fabbro» e tiene a galla le compagne. Lecco prende un piccolo margine sul turno al servizio di Quartarella e lo conserva fino al 21-17. La Pro Patria torna sotto, 21-20. Borgnolo chiama time out, Mazzaro risolve d’astuzia, una difesa di Perego cade nel campo avversario. La Pro Patria naufraga: chiude una diagonale da posto 2 di Mazzaro.
Secondo set più equilibrato con la Picco che non riesce a fuggire, anzi sono le giovani milanesi a comandare. Il parziale si decide nella fase finale. Sul 17-18, Arianna Lancini, entrata al posto di una Perego che non concretizza, vince un contrasto a rete e permette alle biancorosse di non perdere terreno. Sul 21 pari la Pro Patria sbaglia la battuta con la neoentrata Travo. Poi c’è un fallo di formazione fischiato alle ospiti, Mazzaro non perdona. Tre set point, il secondo è quello  decisivo, con ancora la varesina che chiude.
Terza frazione con Lecco che parte male, 5-8. Perego, con il compito di ricevere va in campo per l’opposto Losa. Inizia da qui la rimonta lecchese. Mazzaro dai nove metri è una furia, 11-8. Due attacchi errati di Lancini e un errore al servizio di Perego permettono alle ospiti di rimanere in lizza, 13-12. Poi una prima fuga biancorossa, 17-13. La Pro Patria rintuzza fino al 18-16 poi cede. Capitan Perego con un attacco e un muro fa partire i titoli di coda.
Una prestazione che soddisfa lo staff biancorosso.
Le ragazze hanno mostrato ancora grande maturità e non si sono scomposte quando le giovani avversarie hanno dato mostra delle proprie potenzialità fisiche, continuando a giocare con ordine e seguendo i dettami tattici decisi in settimana. Quando abbiamo spinto al servizio abbiamo tolto il loro gioco al centro obbligando le attaccanti di palla alta a giocare spesso contro muro e difesa piazzati, favorendo quindi il nostro contrattacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *